Cucina #ttattà: la Ravazzata

Benvenuti a Cucina Ttattà! Oggi torniamo a parlare di rosticceria siciliana, in particolare della famosa Ravazzata!  

Un po' di storia: la Ravazzata

La rosticceria arriva in Sicilia per merito dei Greci, ma non sappiamo esattamente come sia nata la ravazzata.  

Ricetta della Ravazzata

Ingredienti per 4 persone

Ingredienti per la pasta brioche

Ingredienti per il ripieno

Ingredienti per la panatura e la frittura

  • olio d'arachidi o di semi di girasole
  • acqua
  • pangrattato

Procedimento

Riponete su un piano la farina a fontana e metteteci dentro lo strutto, lo zucchero e il lievito precedentemente sciolto in acqua tiepida.  Impastate il tutto per lungo tempo, fino a che il composto non diventa omogeneo. Aggiungete il sale e continuate ad impastare fino a che l'impasto non sarà abbastanza "asciutto" da staccarsi facilmente dalle vostre mani. Lasciate lievitare in un luogo tiepido fino a che il volume non sarà raddoppiato. Nel frattempo dedicatevi alla cottura del ripieno.  Tagliate finemente la cipolla e fatela soffriggere con l'olio. Non appena diventa chiara, aggiungete i tritati e i piselli e rosolateli a fuoco alto per qualche minuto. Aggiungete il vino e lasciate sfumare. Condite con sale e pepe e aggiungete alloro, concentrato di pomodoro, un pizzico di zucchero (o bicarbonato) e chiodi di garofano. Lasciate cuocere per circa 10 minuti e, a fine cottura, rimuovete l'alloro e i chiodi di garofano. A questo punto potete aggiungere il parmigiano al composto. Riprendete la pasta lievitata, prelevatene dei piccoli pezzi e appiattiteli. Aggiungete al centro un cucchiaio di ragù, chiudete l'impasto ottenendo una sorta di piccola pagnotta. Preseguite così finchè non avrete finito l'impasto. A questo punto siete pronti per la panatura: inumiditevi le mani con dell'acqua, massaggiate le ravazzate crude e passatele nel pangrattato. Friggetele in olio bollente ed il vostro piatto e pronto!

La delizia che vedete in foto è opera del Ritrovo Roma di Gioiosa Marea!

 

Vi è piaciuta la ricette? Condividetela sui social!